thuler.net
Ultima Thule. Il Luogo Ideale della mitologia, il punto più lontano, la meta di ogni viaggio. Come lo Shangri-la delle popolazioni Himalayane o la Valle Perduta dei Walser. Potrebbe essere anche solo la collina dietro casa. Ma per ognuno è il luogo dove si desidera tornare.
Noi veniamo di lì: thuler.

Monte Resegone m. 1875

Da un versante all\'altro a cavallo del Resega

Gitarella di soddisfazione, con poco dislivello e molti panorami

Località Quota Dislivello Tempo Parziale Tempo Totale
Punta Cermenati 187 2:15 2:15
I tempi sono indicativi e arrotondati in eccesso.

Il Rosa da Alpe Pozzolo
Mangia Il Rosa da Alpe Pozzolo
Il Resegone lo si vede dappertutto. A due condizioni: alzando la testa, e uscendo da Milano. Io poi, lo vedo anche da casa. Ma questa è l'eccezione della regola.

Di fatto è la montagna delle prealpi lecchesi dalla forma tipica di sega dai molti denti, che altro non sono che le punte del selvaggio e dirupato versante meridionale tutto solcato da canali e canaloni.

Con un pò di prudenza si può salire per il noto canalone Bobbio, segnato come sentiero 10, e dal suo colletto arrivare sulla punta più alta del Resegone, dominato dalla grande croce. Appena sotto il frequentatissimo in ogni stagione rifugio Azzoni Visconti.

Dai Piani d'Erna si scende al Pian dei Buoi (m. 1330) e proseguendo dritti si arriva all'imbocco del canalone con divertenti saliscendi. Nel canalone si seguono le trecce ed i bolli, fino ad un salto di rocce, dove il canale si stringe, che si supera con l'aiuto di alcune catene. Da qui in poi il canalone si riallarga e lo si segue serpeggiando fino all'uscita sul colletto sommitale (m.1625). ore 1.15.

Proseguendo per sentiero su cresta, piegando a destra, e tenendosi sul versante non più di Lecco, ma di Morterone, si aggirano i torrioni rocciosi e si raggiunge la cima più elevata: la Punta Cermenati (m. 1875). ore 1.00.

Poi la discesa può avvenire per il noto sentiero 1, stesso versante, oppure (e ve la consigliamo) per il sentiero che scende a Mortirone, lato opposto.Tenete al deviazione che va alla sorgente delle Forbesette e risalite al Passo del Giuf, per poi abbassarsi di nuovo verso i Piani d'Erna.

Una corsa in una faggeta dal sentiero più accogliente degli ultimi 10 anni e con la soddisfazione di un anello di sicuro divertimento e con molti spazi per pensare.




Attrezzatura:

Fate vobis

Cartografia:

Kompass n. 105

Note
Alcune spiegazioni sulle classificazioni e sui voti
Periodo
In che periodo è meglio andarci. ( L'iniziale della stagione: P, E, A, I )
Voto
È espresso in birre, da 1 a 5. Quante birre sareste disposti a pagare per andarci?
Difficoltà
La votazione è classificata con le seguenti voci: COMA, MOSCIO, BARZOTTO, DURO, CACIOPPO.
Con chiaro riferimento alle varie fasi della massima espressione di "valenza" dell'uomo!! E quindi anche dell'alpinista giovane dentro e brillante fuori, col ginger o il barbera nelle vene, a scelta.
Area Periodo Difficoltà Voto
Prealpi Lecchesi
P E A I moscio/barzotto

Fu, 01/05/2006