thuler.net
Ultima Thule. Il Luogo Ideale della mitologia, il punto più lontano, la meta di ogni viaggio. Come lo Shangri-la delle popolazioni Himalayane o la Valle Perduta dei Walser. Potrebbe essere anche solo la collina dietro casa. Ma per ognuno è il luogo dove si desidera tornare.
Noi veniamo di lì: thuler.

Pizzo Badile: quello vero!

La Montagna !! il Pizzo Badile Camuno !! quello vero insomma !!!

Alpinisti al Rifugio Cederna
Tritto Alpinisti al Rifugio Cederna
Gli appassionati di montagna non potranno che rimanere rapiti dalla descrizione di questa escursione ai limiti dell'impossibile sul Pizzo Badile .... quale ?? quello del gruppo Masino-Bregaglia ??!! nooooohhh !! non questa montagna conosciuta da tutti, ormai talmente turistica che hanno messo anche il casello per salirci, ... La Montagna !! il Pizzo Badile Camuno !! quello vero insomma !!!

La salita parte dalla conca del Volano (1400 metri circa) costeggiando un torrente impetuoso e facendosi largo nella ricca vegetazione caratterizzata da ontani e rododendri (e per quanto riguarda la fauna, come le recenti notizie hanno potuto confermare, non è raro, a voler aumentare ulteriormente il grado di pericolosità, l'incontro con il temibile orso bruno !!!);

a complicare la salita è la pendenza che non accenna a dimunire ma anzi il sentiero aumenta la sua ripidità tra pini e balzi rocciosi; dopo circa due ore d'inferno, e con la cima sempre in vista che sembra sfidar, se non addirittura voler fiaccare, la nostra resistenza, ci si aspetta una breve tregua per riprendere fiato ma, arrivati sotto la parete Nord Ovest del Pizzo, la bellezza dello stupendo panorama sottostante la conca del volano e più in là bassa e media Valcamonica, non è sufficiente a coprire il terrore di cui si viene permeati alzando la testa in direzione della "pala" del Pizzo;

la maestosità che ci sovrasta sembra quasi voler far chinare il nostro capo in segno di rispetto e di rinuncia, ma la corda metallica che percorre la parete esposta di circa 200 metri è un invito irresistibile alla conquista della cima.

Dopo circa mezz'ora di arrampicata verticale (tom cruise sarebbe tornato indietro e si sarebbe fatto esplodere gli occhiali addosso dal terrore !!!)

Si guadagna la vetta (2435 metri) dove la spettacolare vista del lago d'Iseo, della Presolana, della Concarena, del Disgrazia e del Bernina non può che ripagare totalmente l'occhio dell'esausto escursionista.

Dopo questa ascesa ai limiti della gravità, solo il K2 potrà far scorrere nel vostro corpo la stessa quantità di adrenalina !!!

Bhè, forse ho esagerato un po' ma è davvero una bella escursione !

Provare per credere.

Gian




Gian

Gian, 11/11/2007